Movimento contro la disinformazione sui videogiochi

Vorrei segnalare questo importante movimento contro la disinformazione sui videogiochi, che purtroppo colpisce il nostro paese e le generazioni più “datate” in generale. E’ nato con la strage di Oslo, dove l’azione di un singolo ha portato alla rimozione di ben 51 videogiochi dagli scaffali del paese, solo perchè tra le sue passioni c’era anche quella per i videogiochi (WoW e CoD i 2 nominati), mentre è stato dimostrato che la follia non ha nulla a che vedere con ciò (anche perchè i videogiochi sono una forma d’intrattenimento giovane, mentre le stragi ci sono dall’inizio dei tempi…).

Che cosa succederà quando il prossimo ubriaco al volante investirà il pedone di turno? Ritireranno GT5 solo perchè ci aveva giocato la sera prima?

Personalmente lo trovo assurdo, spero vivamente che con questo movimento la gente abbia qualche informazione in più prima di parlare a sproposito!

Ricordate che il videogioco al massimo è il mezzo che porta al delirio, non la causa! Se abbandonate un figlio di 10 anni tutto il giorno a giocare a CoD online e poi a scuola sgozza la maestra con un coltello d’assalto, la colpa è del videogioco o del genitore che non lo ha seguito durante il suo processo di crescita? Perchè vengono venduti videogiochi violenti (con un PEGI non coerente) ai bambini?

Ci sono regole severissime e strumenti chiari, iniziamo con l’applicarli, poi educhiamo i figli ed i genitori su cosa è e cosa non è un videogioco e vedrete che le stragi ci saranno lo stesso, ma almeno non si darà la colpa a chi non la ha…

Guidate con prudenza, altrimenti daranno la colpa al Kazu!

Annunci
  1. Sono convinto anche io della forzatura che si fa paragonando taluni videogiochi alla causa scatenante comportamenti disturbati e/o antisociali… La speranza è che continuino a nascere associazioni come questa per educare chi non ha potuto sviluppare il concetto di videogioco e non riesce ad apprezzarne l’essenza, e che persone come Katun ce le segnalino prontamente.

  1. No trackbacks yet.

Devi essere connesso per inviare un commento.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: